cos'è il petting

Cos’è il Petting e come si fa?

Oggi affronteremo un argomento molto interessante, spiegheremo cos’è il Petting e come si fa. Mettiti comodo e buona lettura!

Cos’è il Petting?

Si tratta di un verbo che deriva dall’inglese, to pet, è significa, letteralmente “accarezzare”. Anche se inizialmente si potrebbe pensare a un animale domestico, in realtà è valido anche per le effusioni che si scambiano delle coppie in un d’atmosfera d’intimità.

Per essere più specifici, si tratta degli strusciamenti, abbracci e dei mordicchiamenti vari: sono tutti quei comportamenti tipici dei “preliminari”.

Il petting potrebbe aprire le porte verso un rapporto sessuale completo, ma non per forza. Si tratta di un termine che, di base, potrebbe significare semplicemente che due persone, uomo e donna, si stanno scambiando delle effusioni. Sono, quindi, i baci sul collo, i succhiotti, le effusioni, i massaggi erotici e quant’altro ancora. Per farlo al meglio occorre comunque rispettare dei limiti. Per farlo al meglio non bisogna essere né troppo veloce, né troppo lenti.

Al di fuori da ogni dubbio, il cervello rappresenta il principale organo della sessualità. Il petting è sicuramente orientato verso lo stesso: consente di predisporre, in un certo modo, il cervello verso l’intimità. Quindi il petting svolta un po’ le “tradizionali” funzioni dei preliminari. Grazie allo stesso, le due coppie si possono “scoprire” prima di passare al sesso vero e proprio.

Quando si fa il petting?

Si tratta di una pratica sessuale che si può fare già a partire dal primo bacio. Ciò che serve è, effettivamente, aprire le danze: poi si parte quasi subito. Ogni momento, a dir che si voglia, va bene per fare il petting. L’importante è comunque essere soli e quindi essere lascianti all’intimità vera e propria. Solo in questo modo si sarà in grado di fare il petting senza troppi problemi. Per riuscirci al meglio si consiglia di seguire le stesse regole comuni per tutti i preliminari: senza correre. Il primo bacio non rappresenta che la giusta apertura verso il divertimento. Tutto ciò che viene dopo è storia.

Fintanto che il petting è al 100% legato a un’atmosfera di completa e assoluta intimità. Per questo è assolutamente sconsigliabile provare a farlo in posti pubblici: bus, piazze, ristoranti e così via. Si tratta di una situazione, che, semplicemente, apre le porte al sesso vero e proprio. Per questo si tratta di una soluzione pensata in via esclusiva per i posti privati e quanto più possibile nascosti alla vista degli altri.

Hard Petting: cos’è?

C’è anche un’altra tipologia di petting che bisogna conoscere. Parliamo dell’Hard Petting (o Heavy Petting), conosciuta anche come Strong Petting. Di base si tratta di un processo uguale a quello precedente con qualche piccola specifica. Di base, a questo tipo di coccole subentra anche la masturbazione. I due amanti, quindi, possono anche iniziare a masturbarsi a vicenda durante questo tipo di effusioni. Non solo: l’Hard Petting potrebbe persino includere l’automasturbazione oppure l’autoerotismo. E talvolta è persino meglio smettere di essere hard e semplicemente percepire, ascoltare o restare in balia del partner. Sicuramente è una delle migliori sensazioni che si potrebbero avere!

Petting: ha dei rischi?

Nessun rischio, fintanto che si tratta di un comportamento umano, completamente naturale. Uno di quelli che bisogna provare e in cui vale la pena anche automigliorarsi. Il motivo è tanto semplice quanto banale: il petting attrae. E piace a tutti, soprattutto se si davvero bene come farlo. Il rischio della gravidanza potrebbe arrivare in seguito, ma quella è un’altra storia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *